INVASIONI BARBARICHE.

Voglio fuggire, voglio scappare, mi sento come un volpe braccata nella stagione di caccia.
I buoni propositi per scrivere un post cazzone c’erano, giuro c’erano, sarebbe stato centrato sulle ultime novità dal mondo di Ursy e Wonka, ve lo beccherete prossimamente ma non oggi. No oggi no.
Oggi è una giornata per un post serio, è una giornata per incazzarsi, è una giornata per concedersi un momento per urlare basta.
Cosa ha suscitato odio e rancore in Wonka?Cosa ha fatto scattare la molla dell’indignazione?
Se qualcuno di voi guarda i telegiornali ovviamente non lo saprà, perchè la notizia della quale voglio parlare non mi risulta sia stata trasmessa da telegiornali.
Credo nemmeno le testate giornalistiche principali l’abbiano coperta.
Ci sono incappata ieri notte su tumblr.
La notizia che mi ha suscitato angoscia, dolore, orrore è la seguente.
A Troina, quello che suppongo sia un paesello nella cara Sicilia, un ragazzo di 22 anni è stato stuprato con un compressore da un branco, perchè omosessuale.
Stuprato, branco, omosessuale, se queste parole non bastano a suscitare in voi quantomeno una rabbia sorda smettete di leggere. Smettete di leggere il blog proprio.
In passato ho già detto la mia sull’omofobia, ho già espresso i miei timori, le mie paure, se perfino nel tanto “civilizzato” nord, delle universitarie hanno “paura” delle lesbiche, se c’è gente che osanna la frase del nostro caro premier “meglio guardare belle ragazze che essere gay”, come posso ancora stupirmi di notizie come queste?
Un fatto tanto grave, un orrore di questa portata, sarebbe senza dubbio stato riportato se si fosse trattato della solita figlia del vicino.
Si tratta di un ragazzo, di un ragazzo di 22 anni che di male non aveva fatto proprio niente e che ora ha riportato danni permanenti, psicologici e fisici.
Perchè? Perchè l’ignoranza impera, perchè in un’epoca in cui la diversità viene eretta a baluardo della nuova generazione chi è diverso veramente, chi non si conforma ai canoni stabiliti dall’Authority viene, non solo emarginato e privato delle libertà fondamentali di espressione, ma la sua persona può essere violata e fatta a pezzi senza che nessuno dica assolutamente nulla.
Quando diremo basta? Quando cambierà qualcosa? Io al momento sento solo rabbia divisa, quando diremo tutti INSIEME basta? Questa è l’italia, quella con la lettera minuscola, ha perso ogni diritto ad essere Italia quando ha permesso che i diritti fondamentali dei suoi cittadini potessero essere messi in discussione, ha perso questo diritto quando ha permesso che le notizie delle tante violenze passassero sotto banco per mandare avanti i soliti servizi su chi si tromba chi su Grande Fratello.
Vaffanculo cara italia. Vaffanculo tu e i tuoi barbari.

 

Annunci

6 pensieri su “INVASIONI BARBARICHE.

  1. Dio. Non posso credere che sia davvero passata sotto silenzio questa notizia. Non posso credere che nel 2010 accadano ancora cose del genere. E fa una rabbia, ma anche un male cane.
    Finirà mai?
    Queste cose mi fanno piombare nello sconforto.

  2. Non ci posso credere che sia vero, mi sta venendo da vomitare giuro. Ma in che cazzo di paese viviamo? che schifo. Non trovo neanche le parole giuste per esprimere il disgusto che ho

  3. Criz ha detto:

    Mi chi cazzo può fare una cosa del genere ad un’altra persona? Io effettivamente non ho sentito nulla della storia, ma tu parli di branco: chi erano? Cosa può averli spinti a compiere un gesto di tale crudeltà e bassezza? O anche solo a pensarlo? Che schifo.

    E sul silenzio stampa onestamente non ho voglia di soffermarmi: same old story, non è quella la parte che mi lascia allibita e piena di orrore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...