WONKA IN : “TO THE HELL AND BACK AGAIN”.

Va beh, devo partire per l’oriente, è inutile che vi ripeta quando, diciamo che siamo agli sgoccioli, devo ultimare le pratiche.
Tra gli intoppi burocratici da gestire c’è LUI il maledetto : Visto.
Ora non so quanti di voi sono andati a studiare fuori per un periodo, e per fuori intendo fuori dall’Europa, ma ottenere un visto per quel paese molto rosso e comunista pare essere molto complicato. Tanto complicato che ci sono tonnellate di moduli da compilare per ottenerlo, più fototessere, più assicurazione, più passaporto, più lettera d’invito dal paese molto rosso e molto comunista.

La vostra amatissima eroina si è recata stamane in sede d’ambasciata molto rossa e molto comunista con l’intento di spicciare la pratica.
La sveglia all’alba non ha nemmeno pesato troppo, sì perchè l’ufficio è aperto quella modica ora e mezza e solo nei giorni lunedì, mercoledì e giovedì, sicchè o sei in loco in orario o ti attacchi e si da il caso che il collegamento con buco di culo city sia pessimo a quell’ora.
Dicevamo, sveglia all’alba arrivo a Termini e relativo inizio della ricerca dei benedetti uffici, per mia fortuna mi è stata data una poderosa dritta su quale metro prendere e in quale direzione, peccato che l’ufficio sia imboscatissimo e celato agli occhi dei comuni mortali.
Dopo molti sforzi Wonka arriva finalmente al fantomatico ufficio, inizia la PRIMA fila per consegnare la sua accuratamente compilata documentazione (doppia perchè in un momento di umanità mi sono offerta di consegnare anche i documenti di un mio amico) ma arrivata allo sportello, le viene detto di COMPILARE DI NUOVO I MODULI, perchè quelli che ha sono I VECCHI MODULI e sono totalmente differenti, sopratutto perchè sono due fogli uniti invece che staccati.

Via al tavolo e sotto a ricompilare tutto, tra l’altro, per andare nel paese molto rossa e molto comunista, vogliono sapere se hai la lebbra, la qual cosa per qualche motivo mi diverte, ah e ovviamente se hai malattie veneree, attenzione se ce le hai viene specificato che questo non preclude la concessione del visto ma ti viene chiesto di specificare i dettagli, quali dettagli chiederete voi?Boh vogliono sapere come si prendono le malattie veneree?Ero tentata di scrivere sì, solo per specificare facendo un disegnino.

SECONDA fila, arriva il mio turno, mi viene detto che devo anche fornire due fotocopie delle lettere d’invito e vengo ricacciata a fare le fotocopie. TERZA fila, consegno i moduli, mi dicono che il visto da 6 mesi non possono farmelo, solo quello da 3 mesi che vale 150 giorni, ora, a casa mia 3 mesi NON sono 150 giorni, cosa faccio, incrocio le dita fino a che non vado a ritirarlo e se succede qualcosa li faccio finire a mangiare riso attraverso una cannuccia per il resto della vita?Sì dai. Era quasi meglio fare il turistico e farmi fare la visita medica da loro.

Consegno tutto, vado, in tempo miracolosamente per prendere il treno di mezzogiorno meno qualcosa, non fosse certo che trenitalia l’ha soppresso, a seguire ha soppresso anche quello dell’1 e l’eurostar che costava di più ma che arrivava almeno. Non so, forse a buco di culo city avevano trovato un’epidemia di lebbra?Fatto sta che finalmente alle 14 riesco a salire su uno dei fantastici forni crematori firmati trenitalia e prendere la via di casa. Sono le sette meno un quarto, c’è ancora tempo perchè succeda dell’altro vero?

NDA : (chi becca il citazionone nel titolo vince un bacino).

 

Annunci

5 pensieri su “WONKA IN : “TO THE HELL AND BACK AGAIN”.

  1. Leggere le tue (dis)avventure è uno spasso, quasi da agurarsi che nel paese molto rosso e molto comunista te ne capitino assai, fattene una ragione… 😉

    Piesse: tag “Murphy maledetto stronzo” FTW.

    • L.W. ha detto:

      No no no, ti prego, li vorrei che le cose filassero (si ma è inutile, Murphy è noto per accanirsi sulla mia persona, ed era ora che gli dedicassi una tag apposita).
      Comunque, ora che lo so, gli uffici dell’ambasciata cinese sono praticamente ad un passo dalla fermata della metro, peccato che la numerazione sia fatta in maniera mostruosa e il numero 279 sia imboscato in una piazzetta.

      • Mia cara, da me puoi avere tutta la comprensione che vuoi in materia di robe stradali, ma prevalentemente perché ho il senso dell’orientamento di una bussula rotta e ogni volta che esco dalla metro oppure scendo da un autobus in una zona di Roma che non conosco (che stimerei grossomodo essere l’83% abbondante) penso “emmò ‘n’dò vado?”.
        Inoltre ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare, tipo strade che al confine fra due comuni interrompono la numerazione e la ricominciano dall’1, per cui la via ed il numero civico non individuano più un luogo in modo univoco, bensì due.

      • L.W. ha detto:

        Però mi hai dato la dritta giusta per arrivare agli uffici!
        Comunque, batti il 5, il mio senso dell’orientamento fa talmente tanto schifo che potrebbero chiamarmi Ryoga, ieri ho trovato il posto solo perchè un gentile usciere mi ha fermata chiedendomi dove dovevo andare, capiamoci, mi ha fermata lui perchè era la 5 volta che passavo davanti allo stesso posto e fermavo gente chiedendo dove fosse l’ambasciata cinese.
        Ecco peccato che non mi fosse stato specificato che cercavo uffici dell’ambasciata e la gente continuasse a ripetermi “l’ambasciata non esiste” (ho avuto profondi momenti di disperazione).

      • Ahah Romani popolo di apocalittici catastrofisti incapaci di ammettere la propria ignoranza!
        Non ne ho idea=non esiste
        (che ci fossero cinouffici a V.le Regina Margherita io ovviamente non ne avevo idea)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...