TIPI DA BIBLIOTECA.

Vi ricordate quando parlavo degli Orientalisti?
Non succedeva troppo, troppo tempo fa.
Oggi, andiamo ad esaminare le varie tipologie (stavolta non suddivise tra Nipponisti/Sinologi) che in genere infestano fisicamente il Dipartimento più pericolante del mondo (per chi non lo sapesse, il nostro dipartimento, trema, senza bisogno che ci siano scosse di terremoto, basta camminare e si muove tutto).

Il maniaco di youtube -> Costui si trova in dipartimento con il preciso intento di scroccare la connessione. La sua principale occupazione è guardare video su youtube, più di uno alla volta, preferibilmente del suo anime preferito.
Sì, ok, in generale sono nipponisti ma i sinologi non sono esenti da questa mania.
Molti se ne stanno a guardare video stupidissimi a oltranza, caricandone 4-5 alla volta. Esplosione di tab aperte, connessione inchiodata per tutti gli altri studenti che stanno semplicemente cercando di accedere al sito della facoltà.

Il personaggio a caso -> Non studia cinese, non studia giapponese. Si trova lì per sbaglio, perché ci vanno i suoi amici, per motivi sconosciuti.

Il bisbigliatore assassino -> Trattasi di quel soggetto molesto che crede che solo perché sta bisbigliando è autorizzato a condurre una conversazione di circa mezz’ora sui CAZZI SUOI.
Cos’ha visto ieri sera, con chi è uscito, cosa ha bevuto, quante volte è andato al bagno.
No caro amico, non funziona così, esiste una comoda macchinetta del caffè, fammi il piacere di andare a bisbigliare lì.
(Dettaglio vuole che di fianco alla macchinetta ci sia anche la segreteria di dipartimento, non si può chiacchierare/ridere a decibel di un certo volume nemmeno mentre si prende un caffè).

Lo scrittore folle ->  Scrive, scrive e scrive ancora. Ovviamente al computer, ovviamente sfondando la tastiera, le motivazioni variano dalla frustrazione da scrittore alla semplice incapacità di trattare delicatamente una tastiera. La soluzione è mettersi le cuffie, il risultato è che si diventa scrittori folli anche voi, smetterete di sentire il casino che fate sulla tastiera.

Lo sbadigliatore perenne -> Generalmente ti si siede vicino a metà mattinata, ha l’aria stanca, apre il libro e sbadiglia, scrive un carattere e sbadiglia, si stiracchia e sbadiglia, e tu puoi solo iniziare a sbadigliare di rimando. Si sa, lo sbadiglio è contagioso.

L’untore di peste bubbonica -> Non ha mai messo piede in dipartimento prima, ci viene a studiare solo per gli esami, in genere ci viene raffreddato con uno di quei mali stagionali che provocano smoccolamento di proporzioni epiche, tosse profonda e generale spargimento di germi. Tu povero abituè dell’aria dipartimentale, non puoi far altro che subire in silenzio, fare uso sproporzionato di amuchina e mettertela via, nei prossimi giorni sarai nella categoria untore di peste bubbonica.

Il puzzone di turno -> Trattasi di un personaggio malefico che per motivi sconosciuti o non si lava o suda in maniera copiosa.
Riesce a infestare intere sale con quello che spesso si rivela essere un mix letale di sudore e Axe, sì, non stupitevi, in genere il puzzone di turno è un maschio, la variante donna è una rarità.

Quello che non guarda dove cammina-> A sua discolpa, il nostro dipartimento ha una disposizione imbarazzante delle prese della corrente, tale disposizione implica che i fili rimangano tra il corridoio e i tavoli creando uno spazio dove effettivamente ci sono dei fili per terra, questo è risaputo, basta fare attenzione, non sono in sospensione, sono semplicemente per terra.
Eppure, ogni giorno uno di questi soggetti si sveglia e non guarda dove cammina portandosi via nelle più rosee delle ipotesi il cavo del computer, nelle peggiori pure il computer. Si scusa sempre eh, ma scusarsi quando fai danni di una certa portata tutte le scuse del mondo non basteranno.

Annunci

6 pensieri su “TIPI DA BIBLIOTECA.

  1. L.W. ha detto:

    Non è nemmeno originata da droghe (se non consideriamo la caffeina una droga), ciò è ingiusto.
    Comunque, questo è un campionario di persone che esistono veramente (nella mia testa a questo punto).

  2. Io vago da “lo sbadigliatore perenne” a “quello sempre in pausa” (di cui noto una colpevole mancanza my dear) ma non è colpa mia, sono gli altri che non mi fanno studiare in pace e a volte ci si mettono le allegre comari che lavorano in bct che si mettono ad URLARE dei cazzi propri finchè non ti sanguinano le orecchie e sei costretto ad andare in terrazzo se non vuoi giocarti la libertà,

    • L.W. ha detto:

      In dipartimento non ne abbiamo di “quelli sempre in pausa” – Rientrano nella categoria quelli che sono sempre su youtube a fare un cazzo però!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...