L’UOMO DI FERRO 2

Figo per carità. Tony Stark colpisce ancora, gli Ac/Dc fanno la loro porca figura, le tette della Johanson pure.
Però gli manca quel qualcosa che m’aveva fatto adorare il primo.
Fortunatamente è talmente tamarro e che me ne dimentico subito. Se andate a vederlo ricordate di rimanere fino alla fine, dopo i titoli c’è il solito teaser!

Annunci

UDINE FAR EAST FILM 2010

Quest’anno ce l’ho fatta, dopo un pò di casini burocratici mi sono organizzata per tempo e son stata al Far East.
Una massacrante ma bellissima esperienza di 3 giorni,11 film e 13 ore di sonno.
Premessa, i trasporti di Udine fanno cagare, fortunatamente Udine è piccola e il teatro dove si svolgono le proiezioni è al centro e facilmente raggiungibile.
Siamo arrivati e dopo le corse per raggiungere l’ostello abbandonare le borse e ritirare gli accrediti abbiamo cominciato la lunga immersione nel cinema dell’estremo oriente.

LA COMEDIE HUMAINE – Hong Kong ->  Non lasciatevi ingannare dal titolo, ovviamente non ha niente a che vedere con la francia, para di un cazzutissimo killer di Hong Kong (Champman To) che si nasconde a casa di uno sceneggiatore sfigato e lo ispira a scrivere un cazzutissimo action film.
A botta di citazioni cinefile e scenette comiche i 104 minuti di film volano via che è un piacere, un piccolo capolavoro che spero di potermi procurare. Vederlo con l’introduzione di Chapman poi l’ha reso ancora più divertente, amo quell’uomo.

SECRET REUNION – South Corea -> Un poliziotto sud coreano,Han-Gyu, viene radiato dall’albo dopo aver fallito nel catturare un killer nord coreano che si fa chiamare Killer Shadow, dopo essersi reinventato investigatore privato incontra un membro della banda del killer, credendo entrambi di non essersi riconosciuti a vicenda cominciano a spiarsi nella speranza uno di essere riammesso nella polizia e l’altro di poter far entrare la famiglia nord coreana nel paese. Un bel thriller poliziesco, bei momenti di suspance, bei momenti comici, peccato per il finale che sembra forzato e attaccato al resto del film in un tentativo di garantire il lietofine.

THE FOUNDING OF A REPUBLIC – China -> Il 2009 ha segnato il 60 anniversario della fondazione della Repubblica Cinese, il governo ha finanziato questo mega colossal patriottico coinvolgendo praticamente tutti i “grandi” della scena cinematografica cinese.
La trama è appunto la fondazione della repubblica, lo scontro tra nazionalisti e comunisti, Chiang Kai-Sheck contro Mao.
Nonostante le poche ore di sonno il giorno prima e l’ora decisamente mattiniera in cui trasmettevano il film, è stato difficile non appassionarsi, se è vero che il film poteva sopportare due o tre tagli è altrettanto vero che per essere una produzione che punta al patriottismo del cinese medio riesce comunque a smuovere qualcosa anche in un occidentale.

HEAR ME – Taiwan -> Tian Kuo si innamora di una nuotatrice sordomuta.Il film vi sembra una pippa?Si beh lo è, 109 minuti di PIPPE. Classico esempio del perchè non bisogna farsi convincere dalla squinzie del gruppo a vedere un film tanto perchè c’è una sottotrama romantica.

DEAR GALILEO – Thailand -> Commedia leggera sul viaggio di due ragazze tra Londra, Parigi e Venezia, una storia sull’amicizia, la crescita e la condizione dell’immigrato. Tutto già visto ma si fa guardare…certo poteva durare MENO di 130 minuti.

BODYGUARDS AND ASSASSINS – Hong Kong/China -> Una produzione mista che da noi uscirà a dicembre, ambientato nell’Hong Kong dei primi del 900 narra le vicende delle guardie del corpo di Sun Yat-Sen il padre fondatore della repubblica cinese per chi fosse un profano.
Complotti, piani e action. Un bel film che però pecca, come la maggior parte dei film di propaganda di un certo autocompiacimento.

QUICK QUICK SLOW – China -> Un film/documentario sulla generazione della Rivoluzione Culturale e sulla loro condizione nella Cina dei giorni nostri.
Un gruppo di 50enni decide di partecipare ad una competizione per presenziare alla cerimonia d’apertura delle olimpiadi del 2008, la storia ruota intorno a scene divertenti delle prove di ballo intervallate da resoconti di cinesi che hanno partecipato alla rivoluzione culturale.
Non un capolavoro ma fa ridere!

OH MY BUDDHA – Japan -> Anni 70, Giappone, 3 giovani studenti delle superiori partono per un viaggio alla ricerca di Free Secksu (free sex). Commedia adolescenziale contornata da una bella colonna sonora.

CASTAWAY ON THE MOON – South Corea -> Un uomo che ha perso tutto si butta da un ponte sul fiume Han ma naufraga su un isola in mezzo al fiume, non ha mai imparato a nuotare per cui rimane in balia di se stesso su questo lembo di terra, scoprirà modi bizzarri di sopravvivere come un vero Robinson Crusoe. Senza dubbio il film che ho preferito di questa edizione del Far East e vincitore del people choice award.

THE DREAMER – Indonesia -> Viaggio adolescenziale (si lo so pare un tema molto caro agli orientali), l’impatto con il mondo e la sessualità. II capitolo di una trilogia che inzia con Rainbow Troops, the Dreamer è un film godibile e il regista è un pazzoide molto simpatico che era seduto giusto due poltrone prima di me.

IP MAN 2 – Hong Kong/China -> Picchiaduro sul maestro di Bruce Lee.
Da vedere se vi piacciono i film dove ogni scusa è buona per darsele di santa ragione. Inutile dire che a me è piaciuto!

L’anno prossimo ho intenzione di tornarci.
E seguirlo TUTTO.

NUT UP OR SHUT UP.

Vedere,vedere,vedere. Non si accettano proroghe.
Certo se penso che questo film è rimasto un paio di mesi a vegetare sul mio hardisk prima che io decidessi di aprirlo mi verrebbe quasi da rimproverarmi ma voi non indugiate, se volete farvi due risate e perdere un’oretta e qualcosa del vostro tempo, ZOMBILAND è la risposta ai vostri problemi quotidiani.
Se non altro ha grandemente aiutato me ad ignorare due esseri orribili 😀

LA MIA TWILIGINITY.

Io torno poco a casa dai miei, questo è un dato di fatto, qualcuno dei saltuari lettori di queste pagine potrebbe o anche no sapere che oltre ad un padre e una madre sono anche in POSSESSO di una sorella più piccola.
Questo week end, sotto ricatto, pena la dannazione eterna (conosciuta anche come l’odio totale della mia famiglia) mi è stato chiesto di passare del quality time tra sorelle.
Al cinema.
Avete già capito dove andrò a parare?Mia sorella ha 17 anni. Potreste aver capito quale film sono andata a vedere.
Si ho perso la mia Twiliginity ieri notte.
Non ho letto i libri, non ho visto i film, odio le Twilighters e sono stata trascinata in un cinema pieno di ragazzine urlanti. Potete immaginare la mia gioia. Posso solo dire che nonostante la mia reticenza quel film è uno spasso, fa veramente MORIRE DAL RIDERE.
Comincio un recap, temo sarà lungo.
Titoli iniziali, un gigantesco limone appare sullo schermo, ah no è una luna!!Forse han sbagliato i colori con photoshop perchè io una luna di quel colore non l’ho mai vista.
Il film si apre su un sogno di Bella che compie 18 anni e si sente vecchia, Edward sbarluccica in un prato e cammina in slow motion. Il giorno dopo a scuola Bella è incazzata perchè tutti le fanno gli auguri, fa due moine al lupo mannaro/migliore amico/instruttore di body building e passa la giornata a dire ad Edward quanto lo ama, lui cita Romeo e Giulietta e le dice che invidia agli umani la capacità di ammazzarsi (siii bimbi emo dateci dentro con quelle lamette ora!!).
Non mi soffermo oltre sulle pippe che si dicono i due innamorati (ma poi, hanno sempre la faccia che ho io quando devo andare in bagno e me la devo tenere, che cazzo di storia è questa??), Bella sanguina, Edward se ne va perchè sono troppo diversi e lui non vuole dannarle l’anima, lei va in depressione e si fissa il ginocchio per 3 mesi (non sto scherzando, c’è lei su una sedia e la telecamera le gira intorno, per farci capire che il tempo passa appaiono le scritte ottobre, novembre, dicembre e lei è sempre davanti a sta cazzo di finestra a fissarsi il ginocchio).
Superata la fase dell’evidente scarsa igene intima si butta tra le braccia del migliore amico/lupo mannaro e fa cose stupide tipo buttarsi da una scogliera per vedere l’ectoplasma di Edward.
Edward la crede morta e quindi decide di andare dai Volturi (vampiri italiani a quanto pare) a togliersi la vita come da programma, questi non lo vogliono ammazzare quindi Edward darà sfoggio di se sbarluccicando davanti al popolo e costringendoli ad ammazzarlo di conseguenza. Bella venuta a sapere del suo brillante piano lo raggiunge e lo placca come una rugbista impedendogli di sbarluccicare.
Seguono effetti speciali molto brutti. La coppia felice torna a *nome del paese dove vivono che non ho capito*, il lupo mannaro e Edward fanno a gara a chi ce l’ha più lungo, Bella sceglie Edward e lui si stacca un diamante dalla faccia e le chiede di sposarlo.
The End.
Questo film mi ha cambiata. Ora Twilight mi fa schifo ancora di più.

SHARKS IN WHERE?!WTF?!?!

Sharks in fucking venice??Avete 1 ora e 24 minuti da perdere? Bene quest’estate lasciate perdere il ciclo notte horror di italia 1.
Procuratevi questa chicca del trash, il peggior film sugli squali che io abbia mai visto (no oddio non posso dire in tutta onestà che sia il più schifoso, però diciamo che se la gioca bene con lo squalo 4 la vendetta via ), la trama è assolutamente predictable, uno squalo bianco va in giro a papparsi uomini, questo però mira in alto, caccia a Venezia, tra gondole e vaporetti ecco che ti spunta questo pinnone, questo mostro che salta e mangia archeologhi/sub/turisti con salti pazzeschi.
Ma quella del noto mangiatore di uomini non è che la trama parallela, non lasciatevi ingannare, pur spacciandosi per un film sugli squali, si tratta di un thriller semi storico su misteriose caverne piene di tesori sotto Venezia.
Pur offrendo momenti di recitazione VERAMENTE canina, il film si distingue per presentare una versione  del Charcarodon Charcarias incrociato a qualche felino della savana, noterete che quando lo squalo attacca infatti, sentiamo piuttosto distintamente un ruggito felino (WTF?!).
Quasi dimenticavo, lo vedo solo io il neppure tanto velato tributo alla locandina di Jaws?Personalmente mi sembra un buon lavoro di copia incolla ma va beh, forse volevano fare un omaggio, secondo me potevano eliminare lo squalo dalla locandina e lasciare VENICE TOURIST TRAP, funzionava meglio.

LE MACCHINE DELLA FORD SONO LE MIGLIORI.

Fondamentalmente l’estate è fatta per non fare.
Peccato poi che uno possa permettersi se proprio gli dice culo di fare leggermente di meno,o fare di notte perchè almeno riesce a respirare.
La mia estate sta andando esaurendosi vedendo le mie giornate divise in tre fasi.
Guardare in maniera minacciosa la finestra della posta elettronica dell’università perchè ancora non mi arriva il verbale d’esame di cinese e tentare di studiare qualcosa appena tira un’alito di vento che mi permetta di uscire dal coma.
Nel mezzo di queste attività sto piazzando alcuni film che per un motivo o per un altro non sono riuscita a vedermi quest’inverno.

Gran TorinoIo ancora non capisco come si fa a non amare quest’uomo?Dovrebbero legiferare in merito,tipo non avrai altro Dio oltre a Clint Eastwood o roba simile. Ottima la regia e ottima anche l’interpretazione,gli intervalli tra la trama orizzontale e quelle collaterali sono bene calibratI e il film scorre piacevolmente senza pesare. Il tema della responsabilità,del cambiamento e dell’integrazione sono alternati a piccoli siparietti di costume orientale che personalmente ho trovato splendidi. Il film è ironico, spontaneo, duro e macho al punto giusto.