DOVE VI PARLO DI CAZZATE E VI DICO COSA LEGGERE.

Sì che lo so, che aspettavate tutti un post che non fosse sulla musica.
Ma anche no.
In verità, sono preda di una totale sconnessione cerebrale, quanto segue lo inseriamo nella categoria mix di inutili eventi dell’ultimo, boh mese e mezzo? Catching up with Wonka.

1) Tocchiamo tutti i ferri possibili quando lo diciamo, ma la sessione d’esame mi ha portato a -2 dalla grande L.
Se fosse andata come doveva sarebbero stati -1, la fortuna non è stata dalla mia e purtroppo ho dei professori stronzi.
-2, non è malvagio. Capiamoci, mi basta laurearmi in un mese particolarmente freddo.
-2 significa anche che è venuto QUEL momento, quello di macinare libri e sputare parole per scrivere la tesi, considerando il periodo, non sto saltando di gioia al pensiero, faccio fatica a tirare fuori parole ultimamente, ancora più fatica a metterle nero su bianco.

2) Casa a padova è stata invasa dalle creature del demonio : gli scarafaggi.
La vostra amatissima si è mobilitata con tutti i prodotti possibili, al momento mi considero un vero e proprio arsenale contro qualsiasi tipo di insetto.

3) Il 2 luglio sono stata a Verona a vedere i Mumford & Sons, ragazzi che concerto (e quanta depressione successiva), settembre non potrebbe essere più lontano, nuovi album in arrivo da loro e dagli XX.
Sempre in territorio musicale, io e la compare Indie abbiamo aperto un blog dove vi rompiamo i coglioni con gli album che ascoltiamo tutte le settimane.
Se volete farci un salto e commentarlo ci fa piacere http://www.slammingrainbows.wordpress.com, enjoy.

4) La Rossa mi ha definitivamente eliminato dalle amicizie, buon per lei, buon per me, buon per tutti. Nel complesso, l’anno scorso mi sarei strappata i capelli, adesso penso che è giusto così, non abbiamo più niente in comune (a parte i miei amici, che continua a seguire) e continuare a leggerci per forza d’inerzia è terribilmente stupido. La nostra penna è finita, come direbbe qualcuno di mia conoscenza.

5) Due amici pubblicano dei romanzi, sì, approfitto per spammarveli.
Li trovate già su goodreads, il primo è Comunque vada non importa di Eleonora C. Caruso, qualcuno potrebbe ricordarsela per essere quella donna con le palle quadre che ha scritto fanfiction che affettano il cuore su Evangelion quando tutti esplodevano di cuori, amore e figli sparsi.
Personalmente ho letto il primo capitolo e l’ho adorato alla follia, ora attendiamo con ansia il 19 settembre.
Il secondo consiglio invece è La Marcatura della regina di Giovanni Di Giamberardino, questo signore qui, scrive da anni per il sito più figo della storia, già questo basterebbe a costringervi moralmente ad acquistare il suo romanzo no? Ecco se non vi basta leggetevi la trama, vi sfido a non essere curiosi.

Avrei dovuto aggiungere altro, sicuramente è successo altro, ah sì, sono stata a vedere The Amazing Spiderman, l’ho odiato, dovevate aspettarvelo quindi non spendo altro tempo a parlarne perché ho esaurito le parole in merito.
Ah no ecco, evento numero 6.

6) Forse vado a lavorare alla Mostra del Cinema di Venezia.
Per lavorare intendo che vado ad aiutare la donna dalla quale dipende il mio futuro, totalmente aggratis e solo per il puro gusto di farmi schiavizzare da lei. Al momento è ancora tutto mooolto in forse, quindi attendiamo a pronunciarci.
L’unico risvolto negativo della faccenda per il momento si esprime solo nel doversi adeguatamente vestire per l’eventuale accoglienza ospiti. Perché lo sanno tutti che io a vestirmi da persona adulta e seria sono negata. Va beh, facciamo che non ci penso.

Consiglio musicale del post : Youth di Foxes

Annunci

LETTURE SOTTO L’OMBRELLONE (o molto più probabilmente sul divano con il ventilatore puntato addosso)

Ci ha provato, è innegabile che ci abbia provato.
Ma gli sforzi sono stati vani. Zafòn non fa 2 su 2, Il gioco dell’angelo va, va, va, scorre placido e tranquillo, senza intoppi, con la narrazione scorrevole alla quale ci ha abituato Zafòn ma senza in contenuti necessari a fare di questo un gran libro.
Riproporre il cimitero dei libri e la famiglia Sempere non sono sufficenti a farlo volare.
Si salvano le solite magistrali descrizioni di una Barcellona magica e assolutamente gotica ma i protagonisti rimangono macchie di colore sbiadito nella narrazione, la trama occidentale non prende mai veramente il volo e si conclude un pò come inizia, senza infamia e senza lode. Un bel 6 e mezzo.
Mi manca ora “Marina” all’appello degli acclamati libri dello scrittore spagnolo ma per il momento dico arrivederci a Barcellona & Co.
Pomodori Verdi Fritti di Fannie Flagg è uno di quei libri che ho sempre avuto l’obbligo morale di leggere ma non l’occasione materiale di farlo. Quest’anno ce l’ho fatta, forse la lettura di questo libro, che rimane comunque piacevole, è stata troppo influenzata dalla visione del film, che so a memoria, si è rivelato quindi più che altro un “ripasso” più che una vera e propria scoperta, non aiuta che ci siano interi blocchi di pagine poco rilevanti e che tutta a mia attenzione fosse concentrata sulla storyline Idgie/Ruth.
Un pò forzati e pesanti i continui sbalzi temporali ma per il resto una lettura scorrevole e divertente. Voto 7.

Il buio oltre la siepe o se preferite “To kill a mocking bird” di Lee Harper si piazza al momento tra le migliori letture estive di quest’anno.
Bello e devastantemente vero ti tira dentro velocemente e non ti lascia andare fino all’ultima pagina.
La storia è narrata attraverso gli occhi di una bambina e forse questo più di tutto colpisce il lettore e lo tiene incollato al libro, ansioso di sapere come finirà.
Consigliatissimo a tutti. Voto 8.
Manco a dirlo ovviamente adesso voglio vedere il film e già progetto metodi poco ortodossi per procurarmelo.

BLA BLA ESTIVI

I telegiornali ci ripetono che fa caldo.Dedicano lunghi,lunghissimi servizi alla guerra contro il caldo, all’emergenza caldo, agli anziani morti di caldo.
Io vi dico, suck it up, è luglio FA CALDO, se era gennaio faceva freddo (e i telegiornali avrebbero dedicato lunghi, lunghissimi servizi alla guerra contro il freddo, all’emergenza freddo, agli anziani morti di freddo).
Sono in vacanza, dove per vacanza s’intende che sono alla casa al mare dei miei a vegetare e leggere, mica male direte voi.
No non è male fino a che lo spazio vitale comincia a restringersi addosso alla mia persona più attillato della tutina di un supereroe, e li altro che caldo, dallo spazio vitale non puoi fuggire, sopratutto se hai una madre maniaca del controllo, un padre che appare random come un jolly in una partita di scala quaranta e una sorella di quasi 18 anni con gli ormoni in palla e una propensione per le urla e le crisi adolescenziali.
Ah spazio vitale, come ti odio.
E una delle possibili soluzioni è rifugiarsi in libreria alla ricerca disperata di qualcosa di decente da leggere.
Zafòn è uno scrittore spagnolo, normalmente a me gli scrittori spagnoli non piacciono, non per colpa loro eh, è che non mi ha mai entusiasmata la traduzione un pò all’acqua di rose degli italiani e io purtroppo lo spagnolo non lo conosco così bene da leggerci un libro in originale.
Fatto sta che questo piccolo tomo si fa finire in un pomeriggio, scorre veloce, nessuna narrazione pedante o descrizione talmente dettagliata da farti venire il latte alle ginocchia.
Un libro onesto che ti trascina quasi senza volerlo in una Barcellona fatta di pagine e misteri.
Ora sono all’opera con un altro romanzo dello stesso autore Il gioco dell’angelo, promette bene 😀

100 BOOKS YOU KINDA/WOULDA/SHOULDA READ

Got this meme from  The Big Read reckons that the average adult has only read 6 of the top 100 books they’ve printed. 1) Look at the list and bold those you have read. 2) Italicize those you intend to read. 3) Underline the books you LOVE. 4) Reprint this list in your own blog.
Entire List:
1 Pride and Prejudice – Jane Austen
2 The Lord of the Rings – JRR Tolkien
3 Jane Eyre – Charlotte Bronte
4 Harry Potter series – JK Rowling
5 To Kill a Mockingbird – Harper Lee
6 The Bible
7 Wuthering Heights – Emily Bronte
8 Nineteen Eighty Four – George Orwell
9 His Dark Materials – Philip Pullman
10 Great Expectations – Charles Dickens
11 Little Women – Louisa M Alcott
12 Tess of the D’Urbervilles – Thomas Hardy
13 Catch 22 – Joseph Heller
14 Complete Works of Shakespeare
15 Rebecca – Daphne Du Maurier
16 The Hobbit – JRR Tolkien
17 Birdsong – Sebastian Faulks
18 Catcher in the Rye – JD Salinger
19 The Time Traveller’s Wife – Audrey Niffenegger
20 Middlemarch – George Eliot
21 Gone With The Wind – Margaret Mitchell
22 The Great Gatsby – F Scott Fitzgerald
23 Bleak House – Charles Dickens
24 War and Peace – Leo Tolstoy
25 The Hitch Hiker’s Guide to the Galaxy – Douglas Adams
26 Brideshead Revisited – Evelyn Waugh
27 Crime and Punishment – Fyodor Dostoyevsky
28 Grapes of Wrath – John Steinbeck
29 Alice in Wonderland – Lewis Carroll
30 The Wind in the Willows – Kenneth Grahame
31 Anna Karenina – Leo Tolstoy
32 David Copperfield – Charles Dickens
33 Chronicles of Narnia – CS Lewis

34 Emma – Jane Austen
35 Persuasion – Jane Austen

36 The Lion, The Witch and The Wardrobe – CS Lewis (mah O.o)
37 The Kite Runner – Khaled Hosseini
38 Captain Corelli’s Mandolin – Louis De Bernieres
39 Memoirs of a Geisha – Arthur Golden
40 Winnie the Pooh – AA Milne
41 Animal Farm – George Orwell
42 The Da Vinci Code – Dan Brown
43 One Hundred Years of Solitude – Gabriel Garcia Marquez
45 The Woman in White – Wilkie Collins
46 Anne of Green Gables – LM Montgomery
47 Far From The Madding Crowd – Thomas Hardy
48 The Handmaid’s Tale – Margaret Atwood
49 Lord of the Flies – William Golding
50 Atonement – Ian McEwan
52 Dune – Frank Herbert
53 Cold Comfort Farm – Stella Gibbons
54 Sense and Sensibility – Jane Austen
55 A Suitable Boy – Vikram Seth
56 The Shadow of the Wind – Carlos Ruiz Zafon
57 A Tale Of Two Cities – Charles Dickens
58 Brave New World – Aldous Huxley
59 The Curious Incident of the Dog in the Night-time – Mark Haddon
60 Love In The Time Of Cholera – Gabriel Garcia Marquez
61 Of Mice and Men – John Steinbeck
62 Lolita – Vladimir Nabokov
63 The Secret History – Donna Tartt
64 The Lovely Bones – Alice Sebold
65 Count of Monte Cristo – Alexandre Dumas
66 On The Road – Jack Kerouac
67 Jude the Obscure – Thomas Hardy
68 Bridget Jones’s Diary – Helen Fielding
69 Midnight’s Children – Salman Rushdie
70 Moby Dick – Herman Melville
71 Oliver Twist – Charles Dickens
72 Dracula – Bram Stoker

73 The Secret Garden – Frances Hodgson Burnett
74 Notes From A Small Island – Bill
75 Ulysses – James Joyce
76 The Bell Jar – Sylvia Plath
77 Swallows and Amazons – Arthur Ransome
78 Germinal – Emile Zola
79 Vanity Fair – William Makepeace Thackeray
80 Possession – AS Byatt
81 A Christmas Carol – Charles Dickens
82 Cloud Atlas – David Mitchell
83 The Color Purple – Alice Walker
84 The Remains of the Day – Kazuo Ishiguro
85 Madame Bovary – Gustave Flaubert
86 A Fine Balance – Rohinton Mistry
87 Charlotte’s Web – EB White
88 The Five People You Meet In Heaven – Mitch Albom
89 Adventures of Sherlock Holmes – Sir Arthur Conan Doyle
90 The Faraway Tree Collection – Enid Blyton
91 Heart of Darkness – Joseph Conrad
92 The Little Prince – Antoine De Saint-Exupery
93 The Wasp Factory – Iain Banks
94 Watership Down – Richard Adams
95 A Confederacy of Dunces – John Kennedy Toole
96 A Town Like Alice – Nevil Shute
97 The Three Musketeers – Alexandre Dumas
98 Hamlet – William Shakespeare
99 Charlie and the Chocolate Factory – Roald Dahl
100 Les Miserables – Victor Hugo

Mi sento un pò una cacca ad averne letti solo una quarantina.Devo però dissentire.Da questa lista mancano un sacco di mostri sacri tipo Wilde e Woolf.
Il succo è,leggete,i libri sono molto meglio della vita reale.
Ciò detto torno a cercare di digerire “La torre nera”,ultimo volume.

THE GREAT ADVENTURES OF THE DARK TOWER

Per molti l’estate significa,vacanza,mare,abbronzarsi e possibilmente l’assunzione di quantitativi ingenti di alcolici.
Nulla da obbiettare,non dovessi studiare come un ossessa per finire presto il mio soggiorno nel magnifico mondo universitario probabilmente mi dedicherei alle stesse cose minus il mare e l’abbronzatura.
Per me la vacanza significa prendermi quindici giorni per non fare un cazzo,guardare film e possibilmente leggere i libri che non ho il tempo di leggere durante l’anno.
Il progetto estivo di quest’anno è la saga della Torre Nera di Stephen King.

Sono passati anni da quando ho messo le mani sul mio primo libro di King,una copia ormai consunta di IT (nonostante sia totalmente sfasciata ancora non ne ho comprato una nuova) e nonostante questo il caro zio Stephen non riesce a smettere di sorprendermi.
Se siete amanti del fantasy e non ne potete più delle schifezze che popolano la scaffalatura del genere dove tra elfi e draghi e altre scopiazzature dal mondo di Tolkien tutti cercano di accaparrarsi più soldi possibili virate nella sezione horror dove in genere si annida il maestro del brivido e regalatevi un magnifico viaggio nel Mondo che è andato avanti di Roland di Gilead.